Ho scoperto di essere dolcemente bisex

Cosa pensereste se la vostra fidanzata , prossima alle nozze , si dichiara dolcemente bisex e vi confessa di averti tradito con la sua migliore amica? Questo è quello che è successo a me . Mi chiamo Marta e sono una ragazza bella bassa modenese. Una ragazza follemente innamorata del del Andrea, fidanzato storico e ormai prossimo alle nozze.
I preparativi erano nel pieno ed io fremevo perchè molte cose ancora dovevano essere organizzate e anche i lavori nella nostra nuova casa andavano a rilento.
Per questo motivo ho iniziato a farmi aiutare dalle persone a me più vicine. Una mia amica si sarebbe occupata di far stampare le partecipazioni e mio fratello avrebbe curato la parte relativa al rinfresco . Non stavo nella pelle e volevo che tutto fosse perfetto. Anche Andrea non aveva tregua. Lui era preso con i lavori in casa. Ordinare materiale , interagire con i muratori ed occuparsi dei mobili ordinati . Un vero mese molto stressante quello prima delle mie nozze. Ma ogni cosa bella deve essere sofferta, questo lo sapevo e lo accettavo,
Una presenza molto importante era quella di una mia cara amica, forse la mia migliore amica. Lei si chiama Angela ed è una ragazza come me. Abbiamo gli stessi pregi e gli stessi difetti. Siamo impulsive e lunatiche e questo ci rende delle gran pianta grane.
In questi ultimi giorni prima del grande evento lei mi è sempre stata vicina e soprattutto mi è stata di grande aiuto.
Ma a volte il trovarsi per molto tempo assieme e condividere le stesse cose può portare a situazioni molto pericolose. Un giorno ,infatti, Angela mi aveva accompagnato a provare l’abito da sposa. Gli ultimi dettagli e le ultime cuciture e poi sarebbe stato perfetto. Ma si sa queste cose per noi ragazze significa perdere almeno 4 ore dalla sarte. Forse è proprio per questo che i futuri mariti non possono vedere l’abito. Ma quel pomeriggio così lungo e stressante ci fece venire voglia di uscire poi assieme a bere un aperitivo. Due ragazze molto amiche lo fanno ed anche noi ci siamo buttate a capofitto nel nostro aperol spritz . Lei però mi guardava in modo strano. Non avevo mai visto quello sguardo nei mie confronti. Una luce particolare che non conoscevo sui suoi occhi. Una bella serata la nostra che si concluse però abbastanza presto . Il giorno dopo,infatti,avevamo degli altri appuntamenti e non potevamo fare tardi. Ma in macchina lei mi baciò in bocca. Mi abbracciò e mi mise la lingua in bocca. Cosa stava facendo ? Non ci capivo proprio nulla. Un bacio durato un paio di secondi che mi sembrarono un’eternità. Mi disse che era fortemente attratta da me e che ogni volta che mi vedeva gli venivano le palpitazioni. Io non le risposi ma abbozzai soltanto un sorriso. Ci siamo lasciate così quella sera, con un bacio inaspettato e con il proposito di riparlarne il giorno dopo con pià calma, Lei doveva poi accompagnarmi dal fotografo e quindi avremmo avuto l’occasione di riaffrontare la cosa.
Ed il giorno dopo arrivò puntuale . Alle cinque del pomeriggio mi passò a prendere per andare a scegliere il formato delle foto e il tipo di carta. Una noia sia per me che per lei. Ma questa volta Angela era vestita in maniera molto provocante. Una gran bella figa alta,snella e con un culo spettacolare. Il fotografo non aveva occhi che per lei ma lei non aveva occhi che per me. Ed infatti dopo aver scelto il tipo di foto da fare nel giorno del mio matrimonio, lei mi propose di andare a casa sua aprendere l’aperitivo. Una proposta che non mi lasciò indifferente. Anche a me Angela piaceva molto come ragazza e anche se non avevo mai pensato a lei in un modo diverso mi piaceva molto il suo corpo ed il suo carattere. Poi avremmo avuto modo di parlare meglio di quanto successo il giorno precedente. Siamo arrivate quindi a casa sua ma l’atmosfera era molto strana. In macchina non abbiamo proferito parola ma ci tenevamo per mano. Forse non c’era nulla da affrontare ed ogni parola , a quel punto, non sarebbe servite a nulla. Si perchè già in ascnesore ci stavamo baciando di nuovo e questa volta il bacio durò per tutta la durata che un ascensore di media velocità impiega per arrivare al decimo piano.
Siamo entrati in casa e non ci abbiamo capito più nulla. La mia Angela si era messa in ginocchio e mi aveva alzato la gonna, abbassato le mutandine e mi aveva messo la lingua tutta dentro la mia fica. Stavo letteralmente esplodendo. Lei continuava a leccarmela come una pazza. Ansimava e mugolava in preda ad una voglia matta. Io chiusi gli occhi e la lascia fare. Poi anche io volevo darle piacere. Ma lei era un’ossessa. Mi copriva di baci in tutto il corpo . Tutte nude ormai sul suo letto eravamo in preda ad una passionee selvaggia, inspiegabile ed incontenibile. Abbiamo fatto l’amore a lungo e ci è piaciuto parecchio. Per me è stata la mia prima esperienza lesbica e non mi è dispiaciuto,anzi.
Ho dovuto confessare al mio ragazzo quanto accaduto con la mia amica. L’ho dovuto fare due giorni prima delle nozze e vi lascio immaginare cosa sia successo. Lui però è una persona molto intelligente e mi ha perdonato. Ora è mio marito e stiamo aspettando il nostro primo figlio.

Autore: Biagio B.

About admin