Ingegnere siciliano cerca amici dotati

Mi chiamo Gaetano e sono un giovane ingegnere siciliano di 42 anni. Un professionista affermato che gira il mondo per lavorare su varie piattaforme petrolifere. Ma anche un uomo sposato che , in segreto, coltiva la passione per il cazzo. Sono ,infatti, bisex , e ,in maniera insospettabile, adoro incontrare maschi educati e molto porci per assecondare le mie voglie segrete. Sono attivo come etero ma eccitatissimo e passivo con gli uomini.
Mia moglie ovviamente non sospetta nulla e tantomeno i miei figli. Sicuramente se scoprissero queste mie passioni gay non mi farebbero più entrare in casa. Ma per me è una pulsione irrefrenabile, alla quale non ho mai potuto oppormi, già dai tempi delle scuole medie. Quando scopo con un uomo mi sento libero di esprimere tutto me stesso senza tabù ed inibizioni. Con mia moglie invece riesco a stento a raggiungere l’orgasmo. E’ più un dovere coniugale che un piacere e questo mi rende terribilmente infelice.
Da qualche tempo ho iniziato a frequentare un mio amico. un uomo di qualche anno più giovane di me e che gravita lavorativamente presso alcuni cantieri in cui anche io lavoro. Alto e terribilmente sexy mi ha fatto perdere la testa fin dal primo giorno in cui l’ho visto arrivare in cantiere.
Da quel momento non ho avuto occhi che per lui. Anche lui gay insospettabile ed anche lui sposato regolarmente. Ci siamo piaciuti fin da subito e le nostre affinità ci sono state chiare fin dalla prima volta che siamo finiti a letto assieme. Si perchè a me piace prenderlo nel culo in maniera vigorosa ed a lui piace metterlo nel culo agli uomini. Un vero gioco di ruoli ad incastro che combacia perfettamente con quello che è per noi il nostro modo di vivere la nostra omosessualità anche se clandestina.
Voglio raccontarvi il nostro primo appuntamento e la nostra prima vera scopata. Eravamo entrambi molto impacciati ed imbarazzati ma allo stesso tempo felici e molto eccitati.
Io ero andato a prenderlo in cantiere. Veniva da un viaggio fuori città e lui invece era rimasto sul posto di lavoro per effettuare alcune misurazioni. Già ci eravamo baciati ed avevamo capito che prima o poi sarebbe capitato di finire a letto assieme. Ma quel giorno nulla lasciava prevedere che sarebbe successo. Proposi al mio amico se voleva passare dal mio alloggio subito fuori il cantiere per fare una doccia prima di andare a cena assieme. Lui mi rispose che ne aveva assolutamente bisogno perchè era stato nella polvere tutta la giornata. Ed eccoci nel piccolo bilocale che la ditta per cui lavoro mette a disposizione dei loro dirigenti e tecnici. Un arredamento spartano e poci mobili. In fondo serve soltanto per passare qualche notte nei giorni più intensi di lavoro. Ma la doccia grande e molto comoda. Come non approfittarne pensai. Ma non volevo essere io a fare il primo passo. Lascia fare a lui . E lui aveva capito tutto. Si mise nudo davanti a me e con il più classico dei richiami alliusivi mi chiese se, una volta che fosse entrato sotto la doccia. avrei potuto lavargli la schiena. Io non me lo feci dire neanche una volta. Ero già pronto a toccarlo tutto quel corpo così ben messo. Il suo lungo cazzo poi mi faceva impazzire. Lo vedevo per la prima volta e già me ne ero innamorato. Senza neanche più parlare ci siamo ritrovati sotto la doccia. Io in ginocchio con il suo cazzo tutto in bocca. Che sensazione meravigliosa. Lungo,dritto e tutto mio. Lo sentivo arrivare fino in gola . Io lo tenevo stretto tenendolo per i glutei e me lo scopavo in bocca quel grosso pisello del mio amico.
Completamente bagnati ed eccitati abbiamo scopato a lungo sotto il getto dell’acqua calda. Lui mi ha preso da dietro e mi ha penetrato nel culo. Un brivido irresistibile mi ha percorso per tutta la schiena e mi sono abbandonato a quella scopata meravigliosa.
Io e il mio amico segreto ora abbiamo uina relazione insospettabile. Ci amiamo alla follia e facciamo tanto sesso selvaggio.

Autore: Biagio B.

About admin