Mamma esigente masturba e si scopa il figlio

Avete presente quelle famiglie in cui il padre è sempre fuori per lavoro ed è la madre che si occupa di tutto in casa e dei figli? Sono molte ed a volte succedono delle cose che non dovrebbero succedere. Come nel caso della nostra bella famigliola in provincia di Forlì. Lui autotrasportatore per una ditta tedesca e lei casalinga a tempo pieno. I soldi certo non mancano. I tedeschi pagano bene e le trasferte per l’uomo sono sempre ben retribuite. Il rovescio della medaglia, però, è la sua completa assenza per gran parte della settimana. Il sabato e la domenica lui si può godere la casa e la famiglia ma , arrivato il lunedì mattina, levataccia alle 5 del mattino e via in germania a caricare la merce da riportare in italia. Alla moglie rimane il compito gravoso di mandare avanti gli impegni familiari. Scuola,merende,compiti,etc. Una situazione che molte donne affrontano in maniera normale. Vengono investite da un ruolo in fondo che le è consono. Ma la nostra casalinga tuttofare comincia a coltivare una sorta di mania per l’ordine. Forse il dover badare a tutto in casa ha provocato una forte nevrosi che la porta a volere , a volte in maniera maniacale, che tutto e proprio tutto sia in perfetto ordine. Che palle per i due figli maschi, per natura e genere portati a considerare casa come una discarica a cielo aperto. Ma lei è inflessibile cosi come non accetta storie sulla pulizia personale.
Ed ecco che subentra la parte patologica del nostro racconto. Lei controlla in maniera maniacale che i due figli facciano la doccia ogni giorno.
Una di quelle mattine fredde di inverno il più grande dei due si chiude in bagno per più di mezz’ora suscitando le giustificate lamentele del fratello. Le soliti liti mattutine ma che si stava tirando un po’ per le lunghe. Ecco che la mamma cerca di risolvere la questione . Entra in bagno senza chidere permesso pronta a riprendere il suo primogenito e lo trova indaffarato a farsi una sega . Una scena che forse moltre altre mamme avranno visto e vissuto. Ma quella per lei era una novita. Il cazzo del figlio, poi, era veramente grosso. Da chi aveva preso ? Suo marito è normodotato . Molto porco a letto ma un uomo nella media. Suo figlio,invece, aveva una minchia di almeno 25 cm in erezione. Anche per una mamma questo può rappresentare un grimaldello che scassina ogni senso della morale. Sta di fatto che la sera, con una scusa, lei si ritrova nel letto di suo figlio,quello con il sesso più grosso e lungo che lei abbia mai visto. Non sa perchè è la e non sa come andrà a finire. Ma da mamma premurosa e iper protettiva si trasforma in una femmina vogliosa. Troppa la mancanza la sera di un marito che la riempia di attenzioni. Ecco che il fattaccio si compie. La madre ha bisogno di tenere in mano quel grosso pisello duro.
Lo prende in mano e comincia lei a segarlo. Il figlio non sa cosa fare ma poi cede alla tentazione e si lascia masturbare dalla madre. Una vera sega completa , molto veloce e nevrotica, che si conclude con una grossa spruzzata, tipica giovanile, tutta sul braccio della madre.
Lei poi torna nella sua stanza. frastornata,piena di sensi di colpa ma terribilmente eccitata. Per tutta la notte non chiude occhio. Pensa e ripensa a quel grosso cazzo di suo figlio. Lei sa cosa vuole ma non vuole ammetterlo. quel grosso cazzone imberbe ed inesperto ancora con le donne se lo vuole scopare. Un pensiero incestuoso che collide con quello di mamma sempre attenta ed integgerrima. Ma ecco che,inevitabilmente, i due si ritrovano la sera dopo. Questa volta nel letto della madre, Entrambi senza dire una parola. In fondo nonc’è nulla da dire. Lui si infila sotto le coperte e comincia a toccare sua madre proprio li, sulla fica. Lei chiude gli occhi e ,mentre lo fa, il figlio le sale sopra e comincia a scoparla. Lei ha un sussulto di puro piacere. Ha la fica piena del cazzo di suo figlio e la cosa , anche se terribilmente peccaminosa, le sta piacendo da morire. La scopata dura a lungo e la donna prova parecchi orgasmi. Poi il figlio torna nella sua stanza, senza dire una parola così come era venuto.

Autore: Biagio B.

About admin