Voleva fare sesso anale ed è stato accontentato

Mi chiamo Pietro e sono un ragioniere di primo livello presso una importante azienda di telecomunicazione. Un uomo normale molto attento ai particolari e sempre pronto a mettermi in gioco ed a provare nuove esperienze. Una moglie conosciuta sui banchi di scuola e con la quale sono cresciuto fino a sposarla circa dieci anni fa. La nostra vita è sempre stata lineare,stabile e razionale, senza punti di flesso e deviazioni di alcun genere . Io abituato a fare conti e ad appattare la cassa e mia moglie ad insegnare ai bambini delle elementari presso una scuola sotto casa nostra. Nulla di diverso e soprattutto una vita sessuale che definire piatta è poco. La classica scopata del venerdì sera e se sei fortunato e in forma fisica perfetta bissata anche il sabato . Ma soprattutto una vita sessuale che comprede una cosa sola. Niente preliminari se no quelli indispensabili ad eccitarsi e una sola posizone. Io sopra mia moglie a scoparla nella più classica delle posizioni , il missionario.
Molte coppie sarebbero scoppiate già da diverso tempo al posto nostro. Ma noi siamo molto afiatati ed in fondo innamorati. Ma questa sua basica attività sessuale ha provocato in me, con il passare del tempo, una sorta di stanchezza che mi ha portato a cercare altre forme di erotismo. Più fantasia, più trasgressione e soprattutto più complicità sotto le lenzuola. Ho cercato di farlo capire più di una volta a mia moglie. Ma lei non accetta storie. Cattolica praticante e molto rigida in fatto di sesso, non mi ha mai concesso nulla che non fosse finalizzato all’indispensabile.
Pian piano ho cominciato a partorire delle vere fantasie erotiche. Una sorta di libertà che mi ero concessa . Chi poteva soppremermi questi sogni erotici. In fondo non facevo nulla di male. Sognavo incontro occasionali di sesso sfrenato e il mio desiderio più grande era quello di fare sesso anale. Con mia moglie non avevo mai scopato in questa maniera e me la sarei inculata per ore se soltnato lei me lo avesse permesso.
Ma quando si comincia a sognare. si sa, ci si prende gusto ed i miei di sogni cominciavano a diventare una vera fissa. Molto più morbosi e scandalosi delle prime forme embrionali , avevano assunto contorni molto ben definiti. Aveo il netto e concreto desiderio di scopare nel culo una bella trans. Ne avevo viste parecchie di transessuali, soprattutto brasiliane. Bellissime, con corpi perfetti e pronte a fare tutto con un uomo proprio perchè sanno esattamente cosa vuole un uomo da loro.
Un desiderio che volevo trasformare in realtà. Ma come fare. Mi feci consigliare da un mio collega che di siti di escort trans ne bazzica parecchi. Un vero erotomane bisex che ama andare a trans. Ed eccomi a scegliere la più porche tra quelle che avevo visto sul sito che proprio il mio collega mi aveva indicato.
Una spettacolare trnas brasiliana mulatta ma bionda. Una vera creola con un pisello molto lungo. Un vero tripudio di sesso e di orgasmo garantito come declama a catarreri maiuscoli il suo profilo. Io l’ho chiamata e mi ha risposto subito. Abbiamo concordato un appuntamento per l’indomani, alle 19 in punto a casa. Lei mi aveva messo tra un cliente ed un altro che veniva alle 21 per cui dovevo essere molto puntuale. Ed io molto puntuale sono in tutto. Soo arrivato dalla mia trans preferita addirittura con cinque minuti di anticipo. La porca era quasi compeltamente nuda quando sono entrato a casa sua. Una vola la sua maschile e virile ma con un corpo da femmina da sogno. Abbiamo cominciato a chiaccherare . Lei mi ha chiesto cosa mi piace fare. Io le ho subito risposto che volevo fare sesso anale. Con un po’ di imbarazzo e di ingenuità le ho confessato di non averlo mai fatto. Non avevo mai inculato un culo. Lei mi sorrise e mi prese per mano. Mi disse che avrei provato nuove esperienze molto eccitanti. Lei voleva iniziarmi al sesso anale ma anche a quello ricevuto oltre a quello dato. L’idea non mi dispiacque,anzi. Avevo coltivato anche questa fantasia per cui ero pronto .
Ci siamo messi a letto quindi, completamente nudi ed abbiamo iniziato a giocare con i nostri cazzi. Delle bravi carezze per poi passare ad una sega reciproca che è culminata in un 69 incredibile. Avevo il suo grosso cazzo nero in bocca e lei succhiava il mio come avrei voluto da una vita. Che esperienza stavo vivendo e volevo viverla fino in fondo. Ad un cero punto la mia nuova amica mi ha fatto mettere a pecorina. Ero tutto fremente e senza neanche accorgermene già lei era sopra di me ed aveva cominciato a scoparmi nel culo .
Una sensazione bellissima e nuova. Stavo godendo con un cazzo grosso nel mio culo . E penasre che ero io che volevo farmi una scopata anale ma il culo era il mio e mi stava piacendo parecchio.
Questo è stata la mia unica esperienza con una trans ma ha colmato in una sola sera di passione anni di grigiore e di monotonia.

Autore: Biagio B.

About admin